Cavolo Cappuccio

È un alimento ricchissimo di preziose vitamine (in particolare del gruppo B e C) e minerali quali Calcio, Fosforo e Potassio. Inoltre, il basso valore energetico (20 calorie per 100 grammi) e il valore diuretico lo rendono molto indicato per le diete dimagranti e disintossicanti.

Anche se, in apparenza, può sembrare una verdura difficile da “affrontare”, la sua preparazione è molto semplice e, soprattutto, veloce. In frigorifero si conserva anche 2 settimane.

 

RICETTA 1:

Il cavolo cappuccio si consuma prevalentemente crudo in insalata: dopo avere eliminato le foglie più esterne (bastano le prime 2) e la parte centrale più dura, tagliatelo a fettine sottili, sciacquatelo e conditelo con olio, e sale a piacimento.

Se lo mescolate alla cicoria pan di zucchero (radicchio bianco) tagliata finemente e alle carote preparate a julienne, la croccantezza del cavolo cappuccio renderà la vostra insalata insolita e gustosa.

Con questa verdura non mancano le possibilità di sbizzarrirsi in accostamenti insoliti. Tanti, infatti, sono gli ingredienti che si possono unire al cavolo cappuccio per esaltarne il gusto e la consistenza:

  • mele tagliate a fettine sottili
  • scaglie di parmigiano e pinoli
  • melagrana, barbabietola e spicchi di arancia

Un tripudio di gusto e di sapore!

RICETTA 2:

Chi, invece, alle insalate preferisce gli alimenti cotti, non deve rinunciare al cavolo cappuccio: tagliato a striscioline e fatto cuocere in padella con un po’ di cipolla, un filo d’olio e sfumato con un po’ di vino (o aceto) il cavolo è comunque buonissimo. La cottura è di circa 20 minuti a fuoco basso, con coperchio sopra la pentola. Otterrete così una versione dei tanto famosi crauti!

 

Se amate i piatti un po’ più sostanziosi, vi consigliamo di provare il cavolo cappuccio in queste varianti:

Risotto al cavolo cappuccio
Fate soffriggere una cipolla tritata in olio, quando sarà ben dorata, aggiungetevi il cavolo cappuccio tagliato finemente e sfumate con un po’ di vino. Quando il cavolo si sarà ammorbidito, aggiungete il riso e procedete come se fosse un normale risotto, aggiungendo il brodo a poco a poco e proseguendo la cottura.

Zuppa al cavolo cappuccio
Fate soffriggere una cipolla tritata in olio, aggiungete il cavolo tagliato a listarelle sottili e 3 patate fatte a dadini. Unitevi l’acqua, salate e coprite. Fate cuocere a fuoco lento per circa 30 minuti. Prima di servirla con crostini croccanti e caldi, passatela al frullatore per 40 secondi.

VEDI GLI ALTRI PRODOTTI

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *